La Multicircle economy – IREN

Azienda IREN

Iren è una delle più importanti multiutility del panorama italiano attiva nei settori dell’energia elettrica, del gas, dell’energia termica per teleriscaldamento, della gestione dei servizi idrici integrati, dei servizi ambientali e dei servizi tecnologici. Il Gruppo opera in un bacino multiregionale con oltre 8.000 dipendenti, un portafoglio di circa 1,9 milioni di clienti nel settore energetico, circa 2,8 milioni di abitanti serviti nel ciclo idrico integrato e oltre 3 milioni di abitanti nel ciclo ambientale (dati anno 2019)

È primo operatore nazionale nel settore del teleriscaldamento per energia termica commercializzata, terzo nel settore idrico per metri cubi gestiti e nei servizi ambientali per quantità di rifiuti trattati, quinto nel settore gas per vendita a clienti finali, quinto nell’energia elettrica per elettricità venduta. 

Referente UCID (fotografia Antonio Andreotti)

Una buona pratica per la “Nuova economiad’impresa” volta al Bene Comune

“La Multicircle economy”

L’orientamento imprenditoriale al Bene Comune si riscontra nella “Missione, per generare valore e sostenibilità nel tempo per tutti, nella Visione per migliorare la qualità di vita delle persone, competitività delle imprese e crescita dei territori) e nei Valori che motivano e coinvolgono tutti gli stakeholder: responsabilità, appartenenza, soddisfazione del cliente, crescita e valorizzazione dei collaboratori, fare squadra, trasparenza, cambiamento e flessibilità, sostenibilità”.


L’iniziativa presa in considerazione consiste nella “Qualificazione del percorso di crescita dell’azienda non soltanto attraverso un’attenzione marcata alla sostenibilità, ma anche affermandosi come leader nel campo della circolarità, massimizzando le sinergie e l’integrazione tra i diversi servizi (rifiuti, ciclo idrico e generazione distribuzione di energia) per moltiplicare il valore creato su tutti gli ambiti di attività, sviluppando così un nuovo paradigma di multi circolarità”.

L’impegno imprenditoriale a beneficio della comunità consiste nell’”affrontare le più importanti sfide del nostro tempo relative alla sostenibilità ambientale, al rilancio del Paese nel post Covid 19 ed alla risposta ai bisogni dei territori, grazie ad un percorso di crescita fondato sugli investimenti e una visione industriale basata sull’uso consapevole delle risorse”.

I risultati sono: Prima multiutility nel Multicircle Index (realizzato da Ambrosetti) con un punteggio relativizzato di 280° su un totale di 360°, che riflette i seguenti impegni e risultati specifici ottenuti:

– quota raccolta differenziata del 67,3%;

– aumento del 91,5% della quota di rifiuti trattati;

– trasformazione di rifiuti in veri e propri prodotti;

– perdite di rete idrica contenuti al 33,4% (media nazionale 47,9%);

– perdita rete elettrica contenuta al 4,2% (media nazionale del 6,4%) risparmio di TEP > 3,2 mln. tra 2015 e 2019 anche per leadership europea nel teleriscaldamento;

– 1° tra i comparable per CO2 evitata negli ultimi 5 anni, pari a € 335 mln. di costi economici diretti e 1541 € mln. di costi per esternalità negative della CO2 evitati;

La condivisione dei risultati con gli stakeholder avviene in generale tramite il bilancio di sostenibilità annuale ed in particolare tramite appositi “comitati territoriali che rappresentano un innovativo canale di dialogo, confronto e progettazione tra il Gruppo Irene e tutti i portatori di interesse”.