La COELMO è una azienda che produce gruppi elettrogeni industriali in tre unità produttive localizzate in Acerra (Regione Campania), impiega circa 200 dipendenti ed ha ricavi annui per circa 4 milioni di euro.

L’orientamento imprenditoriale al Bene Comune si ritrova innanzitutto nella Missione “Creare un’Azienda che sviluppi le aspirazioni personali ed il benessere dei suoi lavoratori, attraverso l’impegno costante e quotidiano”.

Referente UCID: Dott.ssa Stefani Brancaccio

“Valorizzazione delle persone in azienda”

In particolare la Vice Presidente Stefania Brancaccio ritiene che l’impresa non può essere solo un insieme di regole, equazioni, capitali, ma una società di persone unite da un progetto comune e soprattutto in continua evoluzione. L’impresa non può essere solo un luogo dove si organizza la produzione e si realizza il reddito ma un luogo dove si coltivano valori necessari allo sviluppo del lavoro umano, un luogo dove si deve fare cultura”

L’iniziativa presa in considerazione parte dal principio che “Per sentirsi imprenditori responsabili il primo dovere è che l’azienda va gestita in modo proficuo e che crescesse nel tempo…In azienda si inquadravano redditività, crescita dei ricavi e oculata gestione dei costi come in famiglia, in una visione di medio e lungo termine”… “Ma alla Coelmo viene aggiunto un altro pilastro indispensabile per il suo buon funzionamento: creare un ambiente dove ci fossero le migliori condizioni per la crescita delle persone che lavoravano per noi”

L’impegno a beneficio dei dipendenti si traduce nella “Formazione, che assume un valore rilevante, non tanto legata esclusivamente alla mera attività dell’azienda ma quella che deve rispondere alla necessità di una crescita personale completa del singolo dipendente, perché mettano a frutto i loro talenti, perché imparino a condividere, a stare insieme”.

I risultati ottenuti sono: “ore di formazione molto superiori all’obbligo formativo del Contratto Metalmeccanici Nazionale che prevede 24 ore ogni triennio, basso turn over, avanzamenti interni prevalenti, nessun licenziamento durante la crisi ma 15 nuove assunzioni nel 2020, basso assenteismo”.

La condivisione dei risultati con gli stakeholder avviene in generale tramite il Rapporto annuale ed in particolare per i dipendenti si vuole “dare spazio, ascoltarli, offrire e chiedere collaborazione, accettare le loro idee, cercare sempre l’armonia per favorire crescita, creatività e innovazione.

La Coelmo è una grande famiglia nella quale il lavoro comune è il collante per vivere bene insieme, con serenità, migliorando se stessi e gli altri. Ed allora si è incominciato a parlare di stima, di rispetto, di passione, di fedeltà, di lealtà, parole che si apprendono e si praticano nella vita privata famigliare”.