Categorized | Attività

Incontro “21 Minuti -Economia Sostenibile” UCID Gruppo Regionale delle Marche

Sto caricando la mappa ....

Quando
18/11/2017
Tutto il giorno

Dove
Ancona

Categoria


UCID MARCHE CON LA FONDAZIONE PATRIZIO PAOLETTI ORGANIZZA “21 MINUTI”

 

 

 

 

UCID desidera basare la formazione e la crescita delle nuove generazioni sulla base della testimonianza. Per questo UCID Marche e Fondazione Paoletti hanno deciso di co-organizzare insieme questo evento

“L’arte della prefigurazione è la vera chiave del successo. Il nostro mondo ha bisogno di uomini in grado di percepire il nostro oggi per riconoscere in esso il nostro domani”. Su questa affermazione di Patrizio Paoletti, titolare dell’omonima Associazione e ideatore del format “21minuti Avant-garde”, otto imprenditori si sono confrontati il 18 Novembre al Teatro delle Muse di Ancona.

Il filo rosso che ognuno era chiamato a seguire era “Un’economia sostenibile”.

Fortemente voluta dai Presidenti UCID Marche Stelvio Lorenzetti e UCID Ancona Remo Fiori, “21minuti” ha riempito il Teatro dell Muse con presenze qualificate da tutta Italia.

Imprenditori, dirigenti, docenti universitari e studenti – molti arrivati in pullman – non hanno voluto mancare a quello che è diventato un importante appuntamento annuale.

 

Dopo l’accoglienza del Sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, dell’Arcivescovo di Ancona – Osimo Mons. Angelo Spina e il saluto del Presidente UCID nazionale Riccardo Ghidella , “21minuti” è entrata nel vivo con gli interventi, introdotti da Patrizio Paoletti.

“La formazione costruita sul vissuto di chi ha affrontato con successo le sfide, vivendole da un presupposto valoriale, consente ad ognuno di noi di offrire speranza, soprattutto ai giovani e rinforzare la ricerca del bene comune nella professione ed impegno sociale” ha evidenziato il Presidente Ghidella

L’imprenditrice napoletana Pina Mengano Amarelli, Presidente dell’omonima Azienda di liquirizia, ha così sintetizzato il suo intervento sul tema intuizione: “Penso che ognuno, e senza differenza di genere, abbia l’intelligenza e l’intuizione per anticipare il futuro.” Un punto di vista interessante, da parte dell’esponente di una famiglia che data al 1200.

 

Stelvio Lorenzetti, AD Eko Music Group SpA e Presidente UCID Marche, sull’elemento della qualità su cui lavora nel settore musicale, ha gettato un ponte tra passato e futuro: “Le radici ci danno una marcia in più per migliorare il futuro”, e ha fatto speciale riferimento all’educazione e alla saggezza ricevuta dalle generazioni precedenti.

 

Sul gioco e sull’importanza dell’apprendimento, Giovanni Clementoni, AD dell’azienda di famiglia, ha voce in capitolo da almeno due generazioni, con un pensiero rivolto a quelle future: “Mettiamo i bambini al centro del nostro interesse, a loro dedichiamo tutto l’ impegno, l’entusiasmo e la passione di cui siamo capaci.”

 

Altro elemento strategico che caratterizza un’economia sostenibile è la cooperazione, testimoniata dall’attività quarantennale di Franco De Felice, Presidente di Ass.Coop: “Il dovere sociale è sentimento irrinunciabile per la civiltà e la cultura di un Paese”. Un dovere sociale che per De Felice ha costituito il senso della sua vita.

 

“Ciascuno di noi può fare qualcosa di importante: dobbiamo guardare al di fuori di noi, della scuola, della casa per incontrare persone, perché ogni esperienza che incontri può cambiare la tua vita”

È questa la visione dell’incontro che ha il giovanissimo Valentino Magliaro, Manager d’impresa e altro ancora, specialmente dopo le sue esperienze presso la Obama Foundation.

 

Particolarmente ricca di suggestioni personali la visione di fiducia di Laura Gabrielli, Vice Presidente della Magazzini Gabrielli SpA e Amministratore Delegato della FG Gallerie Commerciali SpA, che ha sottolineato, tra l’altro, come siano la formazione e l’istruzione, in primis, gli elementi che rendono la persona capace di interloquire con il territorio in cui opera.

 

Le riflessioni sulle motivazioni profonde che spingono a fare e sul cambiamento sono state al centro di Alberto Davide Sinigallia, Presidente di Fondazione Progetto Arca: “È solo osservando la differenza tra ciò che sei e ciò che vorresti essere che puoi iniziare il vero processo di cambiamento della tua vita”.

 

Infine, la sfida lanciata da Marco Astorri, fondatore Bio-on, l’impresa che opera nel settore delle Biotecnologie per dare vita a prodotti d’uso comune con soluzioni completamente naturali: “Eco-friendly economy. Fare impresa e innovazione significherà sempre più condividere il profitto e creare beneficio per tutti”.

E, per raggiungere l’equilibrio, Astorri ha lanciato un progetto che permetterà di eliminare l’inquinamento del petrolio in mare in tre settimane.

 

La giornata si è conclusa con le riflessioni di Patrizio Paoletti, che hanno ripercorso ogni intervento e lanciato nuovi elementi di riflessione.

 

Al termine, l’interesse, l’entusiasmo e la positività dell’iniziativa erano palpabili, ed ognuno era certo che il tempo investito, e forse ‘sacrificato’ ad altre attività famigliari tipiche del Sabato, era stato ripagato con una visione della missione dell’uomo e di un’associazione come UCID che trascende e da significati diversi agli immediati interessi materiali cui siamo chiamati con dovere a rispondere.

 

Giovanni Matarazzo

Prossimi Impegni

Pubblicazioni

Gallery